post 28_07
28 Lug 2022

Incendi di natura elettrica

Gli incendi di natura elettrica rappresentano una categoria d’intervento molto frequente nell’ambito dell’attività di soccorso svolta dai vigili del fuoco.

La maggior parte delle volte la pericolosità dell’energia elettrica viene associata a possibili contatti accidentali con parti in tensione, ma non è sempre così.
L’origine elettrica di un incendio è riconosciuta “solo nel caso in cui una corrente elettrica, a seguito di fenomeni termici causati da guasti o malfunzionamenti all’interno del sistema elettrico, porti all’innesco dell’incendio”.

Escludendo fulmini e scariche elettriche, le principali cause degli incendi di origine elettrica sono principalmente le seguenti:

  • sovraccarico;
  • guasto dell’isolamento (difetto o deterioramento);
  • guasto ai terminali di collegamento (collegamenti inadeguati o allentati);
  • guasto ai conduttori (rottura, danneggiamento, sezione ridotta).

Questo tipo di incendio si presenta principalmente quando le temperature sono elevate. Infatti, se a tutto ciò aggiungiamo l’innalzarsi della temperatura esterna nei mesi estivi, la possibilità di guasti elettrici aumenta fino al 53%.  All’aumentare della temperatura esterna la capacità di dissipazione del calore da parte di ogni tipo di strumentazione elettrica o elettronica diminuisce progressivamente fino a diventare causa di anomalie e guasti. Inoltre, il calore sottopone le apparecchiature a maggior stress accentuando guasti che si sarebbe potuti presentati più in là nel tempo (o non presentarsi) a condizioni di temperatura normale.

Per diminuire questo tipo di rischio ci sono varie misure da adottare, le principali sono:

  • verifica preliminare della presenza del progetto e della dichiarazione di conformità o di rispondenza;
  • verifica di messa a terra;
  • controlli periodici e manutenzione da parte di una ditta specializzata.
Ghetti Consulting, visto il perdurare delle alte temperature, suggerisce di far verificare l’impianto elettrico dal Vs manutentore tramite l’esecuzione di opportune verifiche strumentali che certifichino l’efficacia dei dispositivi di protezione, da annotare nel registro delle manutenzioni.

 

Cosa è il Registro manutenzione?

Il registro di manutenzione degli impianti elettrici è un documento molto importante su cui vengono annotati tutti gli interventi di manutenzione eseguiti nel tempo. Questo documento accompagna l’impianto dalla sua messa in funzionamento ed è fondamentale per poter avere sempre sotto mano lo storico degli interventi svolti.

 

Se hai bisogno di una consulenza contattaci al numero 055 87 78 809 o scrivi a info@ghetticonsulting.it